Frara, microbirrificio ferrarese

il

frara

E’ sempre un piacere parlare di piccole realtà come Birra Frara, soprattutto quando sono così meritevoli. Non lasciatevi ingannare dalla giovane età del mastro birraio Marcello (classe 1984) o dal fatto che attualmente non possieda un proprio impianto di produzione, competenza e intraprendenza sono spesso la chiave per una grande impresa. Nato grazie alla passione di Marcello Colombari, dopo una lunga gavetta da homebrawer, il birrificio Frara unisce amore per la birra e per il territorio rappresentando idealmente con le sue birre , un aspetto o un personaggio tipico della storia ferrarese. Lo stile proposto è tipicamente inglese/americano e viene espresso egregiamente dalle 4 tipologie Hydra, Eretica, Boia e Lucretia.

Hydra è una golden ale da 5% vol. e “rappresenta il Po nella simbologia ferrarese, con sette teste come i sette affluenti del fiume”. Nel bicchiere si presenta color oro dorato con un bel cappello di schiuma bianco ed aromi prettamente speziali ed erbacei. Molto facile da bere grazie al suo corpo mediamente leggero e il suo sapore floreale e lievemente amaro, è perfetta per quando si ha parecchia sete o da godere a tutto pasto.

 

Eretika è una American Pale Ale da 5% vol. vincitrice del primo premio al concorso Birra Nostra e si ispira al più celebre eretico italiano Girolamo Savonarola originario della città di Ferrara. Il colore è leggermente ambrato e nel bicchiere sprigiona intensi profumi fruttati e agrumati. Il corpo è leggero e il malto si bilancia perfettamente con la buona luppolatura rendendola equilibrata e facendo emergere un buon amaro nel fumale, sempre pulito e mai invadente.

 

Boia è la birra più forte tra quelle proposte e deve il suo nome all’esclamazione “Boia!” detta dai ferraresi quando ne vengono informati sul grado alcolico da 7,9% vol. lo stile è export stout quindi il colore che ne consegue è un marrone scuro/nero con una buona schiuma. Gli aromi tipici di cioccolato, malto torrefatto e frutta scura sono ben presenti e puliti. Il gusto è intenso, persistente di liquirizia e cioccolato con un corpo medio-pieno e cremoso ed un finale morbido e quasi dolce, comunque ben mitigato dalla luppolatura. E’ stata anche inserita come “grande birra” nella guida Slow Food 2013.

 

Lucretia (Borgia naturalmente) è l’ultima creazione di Marcello che per questa birra ha proposto, con ottimi risultai, uno stile Belgian Strong Ale. L’aspetto nel bicchiere è opaco, quasi torbido con un colore ambrato e una schiuma molto persistente che si deposita sul bordo del bicchiere. Al naso il malto, lo speziato (chiodi di garofano soprattutto) e il miele sono i sentori immediatamente riconoscibili che ritroviamo anche nel gusto, perfettamente bilanciati ed amplificati da un buon calore alcolico. Il corpo è morbido con una tendenza dolce tipica delle birre belghe.

 

Considerando la poca esperienza professionale di Marcello, il birrificio Frara può già vantare una gamma di tutto rispetto e di gran livello che non può che migliorare ulteriormente.

frara

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...